Razionale

La chirurgia robotica è attualmente il gold standard per molti interventi di chirurgia urologica e sta rapidamente diffondendosi ad altri ambiti,come la chirurgia toracica, la ginecologia, e la chirurgia generale. In quest'ultima disciplina, in particolare, la destrezza offerta dall'uso del robot DaVinci, l'unico sistema robotico attualmente disponibile, consente di affrontare interventi in cui la laparoscopia tradizionale aveva avuto difficoltà ad affermarsi, per i suoi noti limiti nell'ergonomia di lavoro e nell'efficienza meccanica.

In pratica l'approccio robotico rende possibili interventi resettivi complessi (es.: epatectomia destra da donatore vivente a scopo di trapianto) o interventi che richiedono anastomosi intracorporee multiple (es.: duodenocefalopancreasectomia,trapianto di pancreas, trapianto di rene) con livelli di destrezza e margini di sicurezza simili a quelli della chirurgia tradizionale.

Dopo una fase iniziale in cui l'uso del robot è stato appannaggio di un numero ristretto di chirurghi, la possibilità di estendere i benefici della laparoscopia anche alla chirurgia epatica, pancreatica, e trapiantologica ha già reso la competenza in questa tecnologia un must in molte istituzioni accademiche negli Stati Uniti, con attivazione di sezioni chirurgiche dedicate (Beth Israel Deaconess Medical Center, Boston, MA - University of Pittsburgh Medical Center, Pittsburgh, PA - University of Illinois at Chicago, Chicago, IL - University of Florida, Gainesville, FL).

Le prevedibili evoluzioni di questa tecnologia (es.: navigazione, sviluppo di sistemi single-port dotate di strumenti endowrist, etc.) renderanno, prevedibilmente, l'approccio robotico indicato, e forse perfino standard, in molti interventi epato-biliari e di trapianto. I centri interessati a questi campi della chirurgia dovrebbero avere, almeno, un coinvolgimento culturale in questo settore della chirurgia  moderna in rapida evoluzione.

Obiettivi del Master

Il Master intende fornire sia ai medici non specialisti che agli specialisti in Chirurgia Generale, le competenze necessarie per un moderno e completo approccio al paziente, che, partendo da una piena comprensione del contesto culturale, affronti tutte le opzioni terapeutiche che possano richiedere e prevedere l'impiego di un robot nella chirurgia di specialità contribuendo a completare le opportunità delle attuali differenziate proposte tecniche.

Il Master si propone di fornire un approfondimento tecnico-culturale su temi di fisiopatologia, anatomia chirurgia endoscopica, clinica e terapia chirurgica robotica, combinati con aspetti organizzativi e di analisi comparativa del bilancio costo-beneficio e costo-efficaccia dell'approccio robotico, con lo scopo principale di offrire un'aggiornata e completa rivisitazione sia delle tecniche chirurgiche che delle tecnologie applicate ad ampia gamma di interventi chirurgici.

Il settore di riferimento è quello della patologia chirurgica del fegato e del pancreas ed in particolare quello delle patologie neoplastiche benigne e maligne di questi organi che rappresentano indicazioni ad un trattamento chirurgico.

A questo primo settore si affianca quello dei trapianti d'organo solido con particolare focus su quelli di rene e quelli di pancreas. Esplorando sia gli aspetti legati alla donazione da vivente che del trapianto eseguiti con approccio mininvasivo assistito dal robot.

Per entrambi i settori sarà utilizzata preferenzialemente una metodologia di insegnamento "on the job" privilegiando le componenti di partecipazione all'attività clinica rispetto a lezioni frontali esclusivamente teoriche.

Informazioni

Nella sezione moduli formativi abbiamo raccolto il programma generale degli insegnamenti del Master ed i corrispondenti crediti formativi rilasciati.

StampaStampa | Mappa del sito Consiglia questa pagina Consiglia questa pagina
© Master Chirurgia Robotica Avanzata Epato-Pancreatica e Trapiantologica Dipartimento di Ricerca Traslazionale e delle Nuove Tecnologie in Medicina e Chirurgia Università di Pisa